Messico

Perché visitare il Messico?
Il Messico è una destinazione turistica che vanta una grande diversità di risorse naturali, un’enorme ricchezza culturale e storica, una gastronomia riconosciuta a livello mondiale, una posizione geografica privilegiata e un clima eccezionale, che lo colloca come una destinazione attraente.
Il paese si trova al primo posto nel continente americano e al sesto posto a livello mondiale per numero di siti dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (UNESCO)nelle categorie del patrimonio culturale, del patrimonio naturale e del patrimonio misto. La gastronomia messicana è stata anche riconosciuta dall’UNESCO come patrimonio immateriale dell’umanità per la sua grande diversità di piatti.

Alcuni dei siti che si distinguono per la loro bellezza includono il centro storico di Zacatecas, Puebla, Campeche, Oaxaca e Città del Messico, tra gli altri. Ha anche un crescente centro industriale e finanziario come Guadalajara, Monterrey e Città del Messico, con un maggior numero di viaggiatori d’affari e di turismo ogni giorno.

Il centro della Repubblica messicana ha affascinanti città coloniali come: Guanajuato, Morelia, Querétaro, Puebla, San Miguel de Allende e Taxco.

Per quanto riguarda i cosiddetti Popoli Magici, si tratta di popolazioni antiche in cui si sono verificati fatti storici di importanza e che conservano attributi simbolici, architettonici o naturali. Gli abitanti di queste zone mantengono costumi e tradizioni che trasmettono alle nuove generazioni per l’orgoglio che li rappresenta. In questo modo, i popoli magici sono spazi vivi che conservano il loro valore e il loro patrimonio storico-culturale attraverso diverse espressioni che rappresentano il loro patrimonio tangibile e intangibile.

Il Messico vanta un’incredibile diversità di paesaggi dove spiccano le sue bellissime spiagge di fama mondiale. Nelle sue oltre 9000 chilometri di coste, si trovano spiagge di singolare bellezza. Una grande rete di hotel e servizi turistici di prima classe è disponibile per i visitatori di queste spiagge. Tra le spiagge che per le loro attrazioni naturali e diversità naturale ricevono un gran numero di visitatori ci sono: Acapulco, Cancún, Playa del Carmen, Puerto Vallarta, Huatulco, Los Cabos, la Rivera Maya e la Rivera Nayarita, tra molti altri.

Se preferisci pescare e scoprire la fauna selvatica, il Messico è una delle nazioni biologicamente più diverse.

Info Tenochtitlán

Al suo arrivo in Messico, Hernán Cortés stesso ha testimoniato la meraviglia che si estendeva davanti ai suoi occhi, descrivendo dettagliatamente Tenochtitlán. Tutto sembra d’argento, questa città è fondata su una grande laguna salata. È grande la città come Siviglia e Cordova, ha una piazza grande come due volte la città di Salamanca. Ci sono molte moschee o case dei suoi idoli con edifici molto belli, di meravigliosa grandezza e altezza».

Già diversi secoli fa dall’enunciazione di quelle parole, tuttavia, tra il verde di un paesaggio di flora e fauna multicolore che li ospita, le vestigia di quegli ayeres si ergono ancora con orgoglio, come prova inconfutabile dell’insediamento e della grandezza di culture che non solo hanno fornito parte dell’identità culturale e storica del Messico, ma che fungono da prova inconfutabile della saggezza ancestrale che rimane stoica e maestosa nel tempo.

Giro in mongolfiera sulle piramidi di Teotihuacán
Il Messico è un piacere alla vista, il poter contemplare l’imponenza di templi e di spettacoli che dimostrano la vasta conoscenza astronomica che possedevano, come esempio, quello che ci offre l’equinozio di primavera che avviene nel «Palazzo di Quetzalpapálotl», situato a Teotihuacan nello Stato del Messico.

O Il tempio di Kukulcán, a Chichén-Itzá, dove, grazie alla precisione con cui sono stati costruiti, ci permettono di apprezzare l’ineguagliabile fenomeno archeastronomico di un serpente che sembra scendere dall’alto della scalinata per incoronarsi ai suoi piedi alla carezza della luce solare e dell’ombra di ogni gradino.

O come nel «Tempio delle sette bambole» situato nella zona archeologica di Dzibilchaltún, nella penisola dello Yucatan, dove un fascio di luce attraversa proprio attraverso la porta, rimanendo il disco celeste lì per un istante effimero dando la sensazione di un caldo «benvenuto». Questo per aver fatto una breve menzione.

Loading...

Continuando, accetti di utilizzare i cookie per offrire contenuto e pubblicità mirata su misura per i tuoi interessi e attuare misure per migliorare la tua esperienza sul sito. Per ulteriori informazioni e gestire le impostazioni, Clicca qui.

Per migliorare la tua esperienza su peruparadisetravel.com, utilizziamo i cookies per conoscere le tue abitudini di navigazione e offrirti contenuti adatti ai tuoi interessi.

Close