ECONOMIA

L’agricoltura e l’allevamento rappresentano le risorse economiche fondamentali.
Si coltivano prevalentemente grano, granoturco, avena, orzo, segale, ma anche il lino da seme, la canna da zucchero, il cotone e il tabacco.
Abbondante è la produzione di vino e in crescita quella del riso.
In Patagonia l’allevamento ovino è la tipologia più diffusa, mentre nel resto del Paese predomina quello bovino. Il Paese basa la propria economia sull’esportazione di lana, pellami, carne e cereali.

Il turismo è un settore che cresce di anno in anno e che rappresenta una buona quota del P.I.L. argentino.
L’economia argentina ha attraversato negli ultimi anni uno dei periodi più bui della sua storia, che l’ha portata sul lastrico. Varie sono le cause del crack del sistema economico, in primo luogo la parità fra il valore del peso e del dollaro Usa. Grazie ad aiuti stranieri, al sostegno estero e ai cambiamenti nel tessuto politico nazionale, si sta avendo una ripresa lenta, ma positiva.
L’economia argentina in generale è un misto di passato e presente. Fondamentali risultano l’allevamento bovino e l’agricoltura, in particolare la coltivazione di grano che proviene dalla Pampa e quella di uva, da cui si ricavano ottimi vini che vengono largamente esportati, in particolare negli Stati Uniti.
Grandi sono le risorse energetiche del Paese, a partire dal petrolio e dai gas naturali, che non sono stati però sfruttati adeguatamente, bloccando lo sviluppo industriale del Paese che si concentra soprattutto nell’industria di lavorazione delle risorse agricole.

Loading...

Continuando, accetti di utilizzare i cookie per offrire contenuto e pubblicità mirata su misura per i tuoi interessi e attuare misure per migliorare la tua esperienza sul sito. Per ulteriori informazioni e gestire le impostazioni, Clicca qui.

Per migliorare la tua esperienza su peruparadisetravel.com, utilizziamo i cookies per conoscere le tue abitudini di navigazione e offrirti contenuti adatti ai tuoi interessi.

Close